Il presidente degli USA, Barack Obama ha nominato il procuratore generale degli Stati Uniti, Elena Kagan, come giudice della Corte Suprema. La donna è stata introdotta al grande pubblico, e tra le sue caratteristiche, come scrivono diversi magazine online, c’è quella di essere una ‘giocatrice di poker’.

Ma forse, il termine giusto sarebbe ‘appassionata’. Non a caso una sua amica ha rivelato un fatto poco noto: "nella sua casa si giocherebbero partite di poker che riuniscono sia mentalità liberali che conservatrici, così da condividere le differenze in un’amichevole (e competitiva) partita.”

Jan Crawford della CBS ha insistito che "i suoi interessi riflettono la sua apertura. Ama softball e il poker ". Invece Pete Williams della Nbc l’ha accolta come una  “giocatrice di poker completa, amante dell'opera.”

Anche se giocare a poker online non è illegale negli Stati Uniti, è vietato prelevare fondi per il poker online attraverso l'utilizzo di una carta di credito finanziata tramite le banche americane e a tal proposito anche la studentessa in diritto, Vanessa Rousso si è schierata sempre contro questo provvedimento.

E’ chiaro che la passione della Kagan per il poker  ha portato alcuni esperti a considerare che la sua possibile nomina influisca in tal senso nel settore del gambling online. E’ indubbia, infatti, la credenza che avere una fan del poker nel più alto tribunale degli Stati Uniti, contribuirebbe a rendere il poker online un gioco di carte più che accettato negli States, alla luce anche del fatto che lo stesso Obama, anche in passato, non ha mai nascosto la sua passione per il gioco di carte più famoso al mondo.

Biagio Chiariello

Aggiungi un commento!