Quando sembrava tutto pronto e davvero parevano rimossi tutti gli ostacoli all'approdo del poker cash game sulle piattaforme italiane, ecco che arriva un altro brusco stop al decreto attuativo. Infatti, il TAR del Lazio ha sospeso il decreto sul cash game, nell'ottica di un parziale accoglimento del ricorso di Microgame sulle modifiche apportate da AAMS al testo che disciplina non solo il csh game online ma anche i nuovi Casinò online.

Nello specifico, Microgame contesta le modalità di accertamento e verifica dei software stabilite nel decreto di AAMS, ritenendole in contrasto con le linee emanate dalla Commissione Europea. Chiaramente la decisione del TAR comporta un ulteriore slittamento dei tempi di approdo del cash sulle piattaforme .it, arrecando un evidente danno economico specie a quelle rooms che speravano nella nuova modalità (e nell'aumento del buy in massimo dei singoli tornei previsto dallo stesso decreto) per ricucire il deficit degli ultimi mesi. Ovviamente a breve sono attesi altri sviluppi, dei quali vi daremo conto nei prossimi aggiornamenti.

Aggiungi un commento!