A diffondere la notizia su un probabile prossimo film sulla sua vita è stato lo stesso Dave Ulliott, il forte rounder inglese titolare di un prestigioso braccialetto delle WSOP e di circa 6 milioni di vincite in carriera. In realtà, stando a quanto afferma in una recente intervista, la sceneggiatura la starebbe scrivendo lui stesso, ma non mancano le case di produzione disposte a comprarne i diritti.

Del resto la sua storia è davvero singolare, segnata da un’adolescenza e da una gioventù vissute ai limiti della legalità, con una serie di periodi passati in cella per risse, furti e tentate truffe e con persino una parentesi da strozzino, con tanto di denunce e procedimenti penali annessi. Poi il "riscatto" attraverso il poker, ma anche in questo caso con una serie assurda di peripezie che lo vedono prima trionfare in alcuni eventi, poi crollare dopo una incredibile perdità ai cash games, infine "svoltare" definitivamente con la vittoria del braccialetto nel Pot Limit Hold'em alle WSOP del 1997.

Insomma, un personaggio del tutto particolare, ma anche un giocatore dalla fortissima personalità e dal grande carisma, capace di mettere in soggezione e dominare psicologicamente anche avversari di grande esperienza.