Vi ricorderete dell’articolo di qualche giorno fa in cui  parlavamo di Daniel Negreanu schieratosi apertamente contro i players che indossano occhiali da sole al tavolo verde (“Credo davvero che ogni produttore televisivo dovrebbe proibirli in qualsiasi evento TV. Sono una cosa così negativa per il poker”). Ma non è il solo, perché, infatti, ora anche Doyle Brunson sembra essere sullo stesso punto di vista del canadese.

Le ragioni per cui un giocatore indossa occhiali da sole sono sostanzialmente tre

1)      Nascondere i propri occhi per paura di rivelare i cosiddetti ‘tells’ (un particolare manierismo o modifica nel comportamento di un giocatore che potrebbe "suggerire" agli avversari la mano o la strategia del giocatore).

2)      Essere in grado di guardare gli altri giocatori senza che essi se ne accorgano.

3)       Sono cool!

Tuttavia nessuna di queste ragioni è sufficiente per Negreanu e Brunson. Ecco a tal proposito il commento di quest’ultimo nel suo blog: “Ho condotto una campagna contro gli occhiali da sole per 20 anni. L’ho ignorato per anni, ma le carte segnate si riconoscono meglio con le lenti scure. E’ vero che il 99% delle volte le persone li indossano senza malizia, ma i direttori dei tornei dovrebbero evitare che ci siano imbrogli. Anche se a molti non piace, osservare l’avversario dovrebbe essere una parte importante del poker."

Aggiungi un commento!