Vi ricordate la "notizia" del litigio fra la bella Elisabetta Canalis e l'affascinante attore – regista George Clooney a causa del poker online? Probabilmente no e chiaramente non possiamo biasimarvi, tuttavia il servizio de Le Iene di ieri sera ha proposto in tal senso un interrogativo che merita qualche riga di riflessione. Infatti, partendo dalla smentita ufficiale di questo e tanti altri gossip costruiti più o meno tutti allo stesso modo, la giornalista del discusso programma di Italia1 svela un "sistema" di costruzione delle notizie alquanto singolare.

Secondo la tesi de "Le Iene" si tratterebbe di una innovativa strategia di marketing, messa in atto dal noto mass – mediologo Klaus Davi, che sostanzialmente consiste nel costruire ad arte alcune notizie "a diffusione virale", in modo da inserire all'interno delle vere e proprie "marchette", con nomi di prestigiose marche, aziende e prodotti in bella evidenza. Il servizio Canalis – Davi però ci interessa soprattutto perchè tra i clienti del noto presenzialista tv troviamo anche una nota poker room, Everest Poker, che infatti compare anche nell'altro presunto gossip che stavolta aveva per oggetto una lite simile fra la top model Naomi Campbell ed il suo compagno. Insomma, sempre seguendo il ragionamento ipotetico delle Iene (che tanto scalpore avevano suscitato per un improponibile servizio sul poker online), sembrerebbe che notizie del genere servano a far conoscere la poker room ad un pubblico più vasto: quanto al fatto che ciò sia produttivo ed efficace da un punto di vista pubblicitario, sinceramente restiamo piuttosto scettici.

Aggiungi un commento!