Non sono mancate le emozioni e le grandi sorprese nel day 3 del Grand Final dello European Poker Tour, il ricco circuito continentale griffato Pokerstars e giunto quest'anno alla sesta edizione. A cominciare dalle eliminazioni pesanti dei tanti big ancora in gara, da Chris Moneymaker a Kevin Macphee, continuando con i due nomi in testa al chipcount, Kevin Eyster e Matt Perrins, due giovani talenti dal gioco aggrssivo e determinato.

Ottime notizie giungono anche dagli azzurri in gara, con ben tre nostri rappresentanti tra i 24 rimasti in gara: Domenico Iannone, Salvatore Bonavena ed Emanuele Rugini. A dire la verità, nessuno dei tre è al momento sopra average, ma la gara è ancora lunga e la struttura consente anche clamorose rimonte che possono regalarci ancora grandi soddisfazioni.

Del resto i tre si sono davvero ben comportati, riuscendo anche a superare situazioni estremamente insidiose ed oggi, a partire dalle 12, sono chiamati a dare l'ennesima prova del loro talento, cercando di raggiungere uno storico final table che domani assegnerà il primo premio di ben 1,7 milioni di euro.