Spesso giocatori ed addetti ai lavori si sono lamentati del modo in cui veniva trattato il poker online dai mass media ed in particolar modo dalla televisione. Più volte, anche da queste pagine, ci siamo sentiti in dovere di puntualizzare, correggere, precisare servizi semplicistici e grondanti ottusi pregiudizi nei confronti del poker, magari anche confezionati da giornalisti di indubbio spessore e per programmi di chiara fama (uno dei casi più spiacevoli è stato il pessimo servizio di Giulio Golia per Le Iene, con annessa intervista – trappola a Cristiano Guerra). Nella mattinata di oggi, invece, forse per la prima volta, si è riusciti a parlare in una "rete nazionale" di Texas Hold'em in maniera chiara e diretta, senza facili luoghi comuni o semplificazioni eccessive. Merito di ciò va dato al conduttore de "I Fatti Vostri" Giancarlo Magalli e soprattutto al suo ospite d'eccezione, Filippo Candio, il primo italiano a raggiungere il final table del main event delle World Series Of Poker.

Così, Drive On è riuscito a raccontare con la sua consueta simpatia la sua avventura a Las Vegas, coronata da un magnifico risultato, nonchè a parlare di poker online, un gioco che appassiona "tutte le fasce d’età ed è molto bello questo confronto generazionale. Con l’iscrizione fissa per tutti, vengono meno anche le differenze sociali, allo stesso tavolo possono sedere avvocati ed altre persone meno ricche e sfidarsi, partendo tutti alla pari". Un gioco in cui "la matematica e la psicologia sono fondamentali, dove conta la furbizia, tanto calcolo e molto coraggio e solo con tanta esperienza si può arrivare a raggiungere un buon livello di percezione sugli avversari". Insomma, per una volta un messaggio chiaro, semplice e senza distorsioni o pregiudizi: ancora una volta GG Pippo!

Aggiungi un commento!