Danese, 36 anni, Gus Hansen è conosciuto per essere uno dei migliori giocatori sia nella modalità a torneo, che in quella cash game. Ma “The Great Dane” prima di conoscere il poker è stato un ottimo giocatore di Backgammon, passione che nutre tutt’ora, oltre di tennis.

Anche se non ha mai vinto un braccialetto WSOP, Hansen è uno dei soli tre giocatori ad essere stato inserito nella World Poker Tour Poker Walk of Fame per aver vinto tre titoli dal 2002. Le sue vincite nei tornei ammontano a circa 5 milioni di dollari.

Gus è originario di Copenhagen. Ha iniziato a giocare a poker nel 1993 mentre frequentava il college presso l'Università di California a Santa Cruz. Così, dopo essersi accorto il backgammon non l’avrebbe portato lontano a livello economico, ha deciso di puntare tutto sul gioco di carte più famoso al mondo.

Nel 2002 il mondo del poker fa la sua conoscenza, quando il danese trionfa al "Five-Diamond World Poker Classic" a Las Vegas, dando subito prova del suo stile loose-aggressive, spesso illeggibile da parte degli avversari. Non a caso una delle sue esclamazione più note è: “Io gioco coi giocatori, non con le carte”. A dimostrazione di ciò è il suo eccellente gioco post-flop anche con pessime carte e i frequenti bluff. Anche per questo molti suoi colleghi pensano che sia solo un giocatore fortunato. Ma negli anni Hansen ha completato smontato questa tesi.

Nel 2003, infatti, vince nel L.A. Poker Classic a Los Angeles, per 455,780 dollari. Nel gennaio del 2004 trionfa al  PokerStars Carribean Poker Adventure, per altri altri 455,780 dollari. Ma la consacrazione arriva nel 2005 quando Gus vince il Poker Superstar Invitational Tournament, in quello che forse è stato il Final Table più importante della storia: Doyle Brunson, Phil Ivey, Johnny Chan, T.J. Cloutier, Howard Lederer e Barry Greenstein, Chip Reese, e lo stesso Hansen. Nel 2007 vince anche l’Aussie Millions. Beh se questa è fortuna …

Ecco un video in cui Gus Hansen da vita ad un autentico show:

Biagio Chiariello