E' un outsider alla fine a trionfare alla terza tappa stagionale a Sanremo dell'Italian Poker Tour. In un Final Table IPT di altissimo livello a spuntarla è dunque il meno accreditato alla vittoria finale, giacché il 39enne qualificatosi su PokerStars partiva non solo da short stack, ma anche ultimo dei nove finalisti con sole 433mila chips. Una grande impresa per Marcello Caporetto che si porta a casa una prima moneta da 170mila euro.

Come detto al tavolo finale con lui c'erano grandi nomi del panorama pokeristico italiano, a partire dal chipleader Geo Maresca, passando per Alioscia Oliva e Riccardo Lacchinelli. Proprio quest'ultimo è il protagonista dei primi livelli dell'IPT di Sanremo. Grazie a tre mani giocate magistralmente, l'ultima della quali vede l'eliminazione del finnico Juvonen da parte di Lacchinelli, si porta in vetta al chip count. Ma il funambolo è davvero in giornata e fa fuori anche l'ultimo straniero al tavolo verde: lo svedese Christi Berg.

Ci vogliono diversi livelli per vedere poi l'uscita di scena di Alioscia Oliva, mai in gara il pro di 4A, al sesto posto da parte dell'interprete principale della seconda parte dell'IPT: Vettore Brugnera che è anche il giustiziere di "Geo" Maresca. Ma proprio Brugnera sarà il prossimo player out. A salire in cattedra a questo punto è proprio Caponetto che elimina prima Brugnera e poi Francesco Moro. Si va quindi all'heads up finale: Riccardo Lacchinelli vs Marcello Antonio Caponnetto.

Ma di fatto, il faccia-a-faccia non inizierà quasi: il tempo di una sola mano e i giochi sono fatti con Caponetto che indovina un incredibile colore al river contro il tris di 3 di Lacchinelli. Per il pro di Snai €110,000. Una rimonta forse senza precedenti quella di Caponetto che è il campione dell’IPT Sanremo PokerStars.

Aggiungi un commento!