I professionisti del poker insistono spesso sull'importanza di alcuni concetti al fine del raggiungimento dell'obiettivo finale. Uno di questi riguarda senza dubbio la gestione dello stack, ovvero della quantità delle chips in nostro possesso durante una determinata fase di gioco.

Nella sostanza, esistono approcci diversi a seconda della consistenza del nostro stack (anche in rapporto a quello dei nostri avversari), che rimandano a valide teorie elaborate da grandi esperti del gioco. In pratica proveremo a vedere come sia possibile di volta in volta elaborare strategie diverse a seconda della specifica situazione del tavolo.

In particolare, cercheremo di mostrare alcuni consigli utili in modo da calibrare con precisione le puntate, effettuare con decisione i rilanci e valutare con grande razionalità le mani da passare. Tutto questo perchè il Texas Hold'em è un gioco di informazioni incomplete nel quale più che le carte conta l'utilizzo che ne facciamo, insomma, citando un grande teorico del poker: "You got to know when to hold'em, know when to fold'em, Know when to walk away and know when to run".