E' sicuramente un ottimo giocatore, che negli ultimi anni (specie nell'online) ha guadagnato diversi milioni di dollari. Ma i giocatori di poker, come tutti i professionisti (specie quelli che guadagnano molto) sono soggetti ad un regime fiscale molto rigido e devono prestare tanta attenzione a riguardo.

Ovviamente visto che la loro vita è completamente catalizzata dal gioco e non hanno né le competenze, né la voglia di mettersi a fare la loro dichiarazione dei redditi, si affidano a professionisti del settore. Ma come spesso capita la scelta del commercialista deve essere ponderata , bisogna affidarsi ad una persona capace che non lasci nulla al caso, per non mettervi nei pasticci con la legge.

Invece qualcosa è andato storto a Michael Mizrachi. giocatore americano, sponsorizzato da UltimateBet (la poker room di Phil Hellmuth). Infatti colui che si occupava dell'aspetto fiscale di "the grinder" (questo il soprannome di Mizrachi), ha omesso parecchie cose e così facendo, dopo un controllo delle istituzioni governative competenti, il professionista americano si è visto confiscare due sue abitazioni: una a Hollywood e l'altra a Miramar.

La somma che Mizrachi non ha versato al fisco è di 339.000 $ e forse non è nemmeno così eccessiva per uno che negli ultimi anni è riuscito a guadagnare ben 7 milioni di dollari grazie alle vittorie fatte registrare grazie al poker online. Mizrachi ha però pensato bene di licenziare il suo vecchio commercialista sostituendolo con uno nuovo, sperando che le cose cambino e che non si ritrovi invischiato nuovamente in brutte sorprese.

Mattia Sparagna

Aggiungi un commento!