Un periodo di appannamento può capitare a tutti e a volte lo stress accumulato può far perdere la lucidità e portarti a commettere errori banali. Fin qui nulla di strano, non fosse l'implicita ammissione di uno fra i più grandi giocatori di poker di tutti i tempi, ovvero Phil Hellmuth jr.

Infatti, l'undici volte titolato alle World Series of Poker e vincitore in carriera di circa 11 milioni di dollari, ha deciso di assumere un famoso mental coach in modo da ritrovare lo smalto dei tempi migliori.
Da un po' di tempo, infatti, Phil non riesce a centrare un risultato importante e troppo spesso si lascia trascinare dalla collera e dal nervosismo nei confronti degli avversari (con degli scatti d'ira diventati ormai proverbiali nel circuito): un atteggiamento che alla lunga ha finito col nuocere ed è stato causa di cocenti delusioni.

Ecco dunque la decisione di provare ad invertire la rotta, con l'aiuto dello stesso coach dell'amico e collega Antonio "The Magician" Esfandiari: insomma, non resta che aspettare e vedere se "The Poker Brat" riuscirà a tornare (sua definizione) il "miglior giocatore di tornei di  poker al mondo".