E'ancora una volta il puntuale Cesare Antonini su gioconews.it a fare il punto della situazione per quel che concerne l'approdo del poker cash game sulle piattaforme operanti nel mercato italiano del gambling online. Infatti, come saprete, dopo la fase di stand still (superata senza alcuna obiezione da parte degli altri Stati), appare molto probabile che in poche settimane vengano pubblicati i decreti che regoleranno il poker cash game ed i Casinò online sulle rooms .it. Le tante piattaforme interessate, tra l'altro, stanno già ultimando gli ultimi ritocchi al software e sembrano "pronte per l'upgrade della licenza e quindi a procedere al collaudo dei tavoli cash presso Aams e in collegamento con Sogei, il braccio informatico deputato alla verifica dei flussi di gioco".

Tuttavia le perplessità riguardano soprattutto la tempistica con la quale le varie rooms entreranno a pieno regime e già da più parti si lascia intendere il pericolo del ripetersi di quanto successo qualche anno fa con il poker online, con Gioco Digitale a partire praticamente indisturbata, accumulando così un grande vantaggio nei confronti delle concorrenti. Come riferisce infatti una fonte di Microgame sempre a gioconews: "Auspichiamo che non si ripeta quello che è avvenuto con il lancio del poker in modalità tournament. Sarebbe importante che tutti gli operatori partissero allo stesso momento e con le stesse armi perchè chi avrà l'opportunità di partire per primo potrebbe usufruire di un vantaggio piuttosto di un lancio simultaneo dei nuovi giochi". Anche riguardo la data certa del lancio del cash permane una incertezza di fondo, anche se ormai sembra assodato che nei primi mesi del prossimo anno saranno già molte le piattaforme operative.