Nel precedente articolo di sezione per la serie errori poker, ve ne abbiamo presentato uno clamoroso commesso da un dealer, che di fatto ha danneggiato gravemente una giocatrice francese. Tuttavia, spesso la tensione e lo stress portano a commettere errori grossolani e a prendere abbagli incredibili, soprattutto se si è seduti da ore al tavolo di un grande evento.

E' probabilmente questo il caso di Phil Ivey, per molti il più forte giocatore al mondo, che nel main event dello scorso anno commette un errore davvero pazzesco, rinunciando ad un piatto pur avendo la mano migliore (gettando nel muck la sua mano). Non vogliamo rovinarvi la sorpresa, dunque non diremo oltre sulla dinamica dell'azione che vedrà il clamoroso "bug" di una "macchina" come Ivey, tuttavia ci sembra opportuno fare una ultima considerazione.

In effetti, Phil sembra rendersi conto subito dopo del suo errore, ma il modo in cui reagirà successivamente rende un'idea immediata delle ragioni che fanno di lui uno dei migliori al mondo. Nessuna lamentela nè tilt mentale, ma calma e concentrazione per recuperare il terreno perduto e terminare la gara raggiungendo il final table delle WSOP 2009!