Come si legge su Gioco&Giochi, i giudici del TAR della Puglia si sono espressi in favore del circolo "Club Royale", sospendendo il divieto di organizzare tornei di poker live imposto dalla Questura di Lecce. Ricapitolando in breve si tratta di una decisione che viene a suffragare la tesi dei gestori del circolo per i quali non esistono i presupposti per la decisione di negare l'autorizzazione all'organizzazione di un torneo senza finalità di lucro.

Dunque secondo il TAR "in presenza di una lacuna regolamentare tuttora non colmata, sembra possibile dare vita a tornei di poker sportivo nella variante prescelta dalla ricorrente, a condizione che siano rispettate le modalità individuate dallo stesso Consiglio di Stato con parere nr 3237/2008 del 22 ottobre 2008, con riguardo alle modalità di gioco da torneo, alla iscrizione limitata ad un certo importo (€ 30,00), a nessuna possibilità di rientro e alla previsione di premi non in denaro". In tal senso, dunque, la Questura deve riesaminare il suo "niet" e probabilmente nei prossimi giorni avremo ulteriori novità da uno degli angoli più belli del territorio italiano.

Aggiungi un commento!