Ottimo risultato per il Team Sisal Poker alla Poker Nations Cup del Casinò di Baden, teatro del Poker EM, rassegna che nei prossimi giorni ospiterà anche un main event da 4,000 euro di buy in. Infatti, la squadra azzurra, composta dal capitano Dario Alioto e dagli eccellenti Niccolò Caramatti, Gabriele Lepore e Maurizio Guerra, ha chiuso al secondo posto alle spalle della Finlandia di Juha Helppi. Un ottimo risultato ma che nasconde anche un pizzico di amarezza per uno sfortunato epilogo dopo una gara condotta con grande autorevolezza e determinazione.

Gli azzurri in effetti si erano comportati benissimo anche nelle prime due giornate, accumulando un buon punteggio che li aveva portati a sedersi al tavolo con uno stack inferiore al solo Team Finlandia 1 (guidato da Ilari Tahkokallio). Tuttavia a sbarrare la strada ai nostri ci ha pensato il secondo team finnico, qualificatosi solo grazie ai ripescaggi (e proprio ai danni dell'altro team italiano, quello di GD Poker guidato da Max Pescatori) e fortunato nei momenti decisivi della gara. In particolare nel duello conclusivo, dopo una grande rimonta di Luisgallo Caramatti, la sorte volta le spalle al Team Sisal con la mano decisiva che vede gli azzurri partire avanti con TT contro 22, ma con un board beffardo che regala il set e la vittoria agli scandinavi. In ogni caso resta la grande prova dei "verdi" di casa Sisal che, dopo il successo di Maurizio Guerra nel Pot Limit Omaha, mettono in bacheca un'altra bandierina

  1. Finlandia – Juha Helppi 161.000€
  2. Italia – Dario Alioto 96.600€
  3. Iran – Pouya Pouya  64.400€