Cala la raccolta per il poker online nel mese di giugno 2010. Stando ai dati rilasciati nei giorni scorsi, infatti, tutte le poker rooms operanti nel mercato nazionale fanno registrare un netto calo percentuale, mentre le quote di mercato relative a ciascuna room non subiscono variazioni di rilievo (salvo un leggero calo del leader Microgame in favore della concorrente diretta Pokerstars).

Scendendo nel dettaglio, si può notare come il circuito Microgame perda circa il 18% della raccolta complessiva, mentre Pokerstars si "limita"ad una diminuzione del 7% circa, con l'altra grande room GD Poker – BWin che perde l'11% rispetto alla cifra raccolta nel mese di maggio. Male anche Lottomatica (-10%) e Snai – Sisal che cedono intorno al 15%, più o meno la stessa cifra percentuale persa da Party Poker.

Insomma, una flessione generalizzata ma probabilmente dovuta anche all'arrivo della bella stagione con la conseguente diminuzione del tempo dedicato al poker online da parte degli appassionati. In senso assoluto però, un segnale di inversione di tendenza che certamente non può far piacere a tutte le aziende che continuano massicciamente ad investire nel settore.