Una strana serie di manifesti affissi in alcune città italiane (nello specifico Napoli, ma se ne contano anche a Roma e Campobasso) ha attirato la curiosità della nostra redazione, dal momento che il caso era estremamente singolare, non tanto per il contenuto, quanto per la modalità di diffusione e la ridondanza dello stile. Ecco alcuni passaggi del manifesto

"Raccolta di firme e testimonianze Poker: per la chiusura immediata di tutti i siti online che sostituiscono i Casinò giocando da casa, provocando l'incapacità di intendere e di volere dei giocatori che dilapidano patrimoni famigliari. […] Se pensi di essere stato truffato e perdi ripetutamente partendo superiore o hai riscontrato anomalie o programmazioni troppo evidenti per accelerare una partita o un torneo per iniziarne subito un altro e fisicamente o mentalmente ne hai subito conseguenze patologiche, mandaci la tua storia." Seguono e – mail e dati per contattare il promotore di tale iniziativa che continua chiedendo "chiarezza, visione dei giochi e […] conoscere i nomi di chi si nasconde dietro una tenda nera e si appropria di miliardi di euro, massacrando i giocatori e rendendoli ridicoli. Stronchiamo la nuova malattia tossicodipendenza patologica online che provoca depressione e morte e sta diventando la rovina di 3 generazioni!".

Ora, il motivo per il quale vi abbiamo proposto un simile spunto va chiaramente al di là dell'approssimazione semplicistica e del pressappochismo di un simile pseudo – ragionamento (oltre che delle brutture grammaticali che vi abbiamo in parte risparmiato…) e principalmente risiede nella singolarità del meccanismo di diffusione di simili lamentele. Se infatti non è difficile (e finanche legittimo) trovare messaggi di questo tipo su molti forum online, senz'altro singolare appare l'idea di veicolare in un modo costoso ed invasivo una simile proposta. Chiaramente uno sforzo di questo genere appare difficlmente riconducibile ad una singola persona, dunque è lecito fare anche altre supposizioni. Chi ha interesse a diffondere un simile messaggio? Che margini di manovra vi sono per proposte di questo tipo? Quando si riuscirà ad aprire una seria discussionesul tema, lontana dai pregiudizi e dalle semplificazioni? A voi le risposte…

Aggiungi un commento!