Eccoci giunti al nostro consueto resoconto con il bilancio dei grandi duelli ai tavoli di poker cash game sulla piattaforma specializzata Full Tilt Poker. Ieri vi avevamo lasciato raccontandovi di un Gus Hansen in grande spolvero, ebbene, sembra proprio che il danese non intenda fermarsi. Infatti, nella notte The Big dane ha continuato a macinare gioco, dominando i tavoli di Pot Limit Omaha cui si è seduto e mettendo a referto un attivo di oltre 200mila dollari in sole 585 mani giocate.

Decisivi un paio di piatti di oltre 50mila dollari, nei quali anche la fortuna ha inciso in modo determinante con un paio di river "miracolosi" che hanno consentito al danese di continuare nella sua good run. Male invece Ilari Ziigmund Sahamies, il quale si arrende dopo 633 mani e lascia ai suoi avversari circa 180mila dollari, tra l'altro dopo una serie incredibile di alti e bassi). Male ancora una volta anche Brian Townsend, che continua nel suo periodo estremamente negativo che ormai va avanti da mesi: altri 150mila dollari persi e la sensazione di non riuscire ad essere brillante come qualche anno fa. Nottata di sofferenza anche per David Benyamine che, dopo gli impegni prolungati delle WSOP 2010, sembra voler tornare comunque a grindare con regolarità (pur perdendo circa 100mila dollari).

Aggiungi un commento!