Spiacevole disavventura per Scott Montgomery, il fortissimo player canadese vincitore del braccialetto nell'evento $1,000 No Limit Hold'em delle World Series Of Poker 2010 e pro di Full Tilt Poker, recentemente balzato agli onori della cronaca anche per una sua presunta love story con la collega Annette Obrestad. Infatti, come raccontato da lui stesso tramite messaggi sul proprio account twitter, Montgomery è stato vittima di una rapina a mano armata mentre si trovava nel prestigioso Casino Bellagio di Las Vegas.

Stando al suo racconto, Scott si era appena alzato da un tavolo di poker cash game quando, recatosi in bagno, è stato aggredito da uno sconosciuto che dopo averlo minacciato è riuscito a portargli via 2,000 dollari, dileguandosi poi nell'affollata sala del tempio del gioco di Las Vegas. Tra l'altro il pro canadese non risparmia un sarcastico commento sulla lentezza della security del Casinò, giunta dopo 15 minuti e dunque impossibilitata a recuperare la refurtiva e bloccare il malvivente. Insomma, un brutto quarto d'ora per il protagonista del final table del main event delle WSOP 2008, che ha peraltro ultimamente rinnovato il suo rapporto di collaborazione con un prestigioso blog canadese specializzato in strategie poker.