Alzi la mano chi non ha mai pensato che le poker room sono truccate. Se PokerStars sta cercando di dissuadere tutti i suoi utenti da quest'opinione – anche con spot poco ortodossi come quello che è stato censurato perché ‘ultra violento' in Germania – i recenti avvenimenti all'Italian Champions Of Online Poker potrebbero far pensare anche i player più incalliti che è davvero tutto rigged.

25 ottobre – Siamo al Final Table dell'evento € 100 Hold'em (Big Ante) € 60.000 garantiti delle sopraccitate ICOOP, due giocatori vanno all-in. Incredibilmente prima dello shodown il mazziere annuncia che uno dei due già out: ‘complimenti hai terminato il torneo in 4° posizione‘. Giocatori ovviamente stupefatti. Ma, come riporta Gioconews, fortunatamente la risposta di PokerStars, seppur con qualche giorno di ritardo, è avvenuta e per mezzo dell'autorevole Fipol, la federazione italiana poker online.

"Innanzitutto, vogliamo scusarci per il fraintendimento causato da uno dei nostri operatori  durante l'evento. Gli addetti che supervisionano i tavoli finali hanno la necessaria preparazione per effettuare dei deal ai tavoli, questo è stato semplicemente un errore umano. Per poter semplificare la procedura del deal, l'addetto stava preparando risposte in anticipo da poter essere inviate nella chat non appena la mano si fosse conclusa. Tale frase è stata inviata per errore prima del tempo, quando la mano non era ancora completata. Le assicuriamo che il risultato della mano non era già noto".

Un errore umano, dunque, dichiara lo staff della poker room numero uno al mondo che "esclude la possibilità che quella mano (o altre) sia stata manipolata. Il nostro software è testato dalla più grande società di consulenza specializzata in sicurezza e qualità dei software, Cigital."

Aggiungi un commento!