Una storia che ha del surreale rimbalza dai blog di tutto il mondo e ha come teatro (ovviamente) la favolosa Las Vegas, sede tra l'altro delle World Series of Poker. Sembra infatti che qualche giorno fa lo staff di uno dei Casinò della "città del peccato" abbia dovuto fare i conti con un uomo che minacciava di farsi esplodere nella hall e lasciava "5 minuti per evacuare l'intero edificio".

Inutile dire che la security ha reagito prontamente e, mentre si procedeva ad evacuare in fretta e furia l'edificio, riusciva a convincere l'uomo a spostarsi in una zona esterna al Casinò. Di seguito l'intervento dei reparti speciali dello stato del Nevada e il lungo braccio di ferro fra l'uomo e gli agenti. Infatti, il presunto kamikaze sembrava volesse a tutti i costi farsi sparare dagli agenti, i quali con molto sangue freddo sono riusciti a mantenere la calma, probabilmente intuendo che quello dell'uomo fosse soltanto un bluff.

Ed in effetti, al momento dell'arresto, si è scoperto che in realtà l'uomo non avesse con sè alcun ordigno esplosivo e che con ogni probabilità cercasse un modo per suicidarsi, facendoti sparare dagli agenti: proprio per tale motivo è al momento in cura da uno specialista e certamente sarà perseguito dalla (severa) legislazione del Nevada.

Aggiungi un commento!