Man mano che ci avviciniamo al fatidico final table del main event delle World Series Of Poker 2010, vi stiamo proponendo una serie di contributi riguardanti le mani più significative del cammino dei November Nine. Qualche giorno fa vi abbiamo mostrato il video dell'ormai celeberrima scala centrata al river da Filippo Candio contro Joseph Cheong, una giocata giudicata da tutti errata e dallo stesso rounder sardo "una spewata". Molti autorevoli commentatori hanno però in qualche modo cercato di giustificare l'azzardo del nostro player di punta alle WSOP, sostenendo che in qualche modo si trattasse di una giocata "da tiltato" a causa di una mano persa in precedenza.

Ebbene, in chiusura del video che vi proponiamo oggi, potrete vedere proprio la mano in questione, che vede sempre coinvolti Cheong e Candio. Siamo sempre nel day 8 e Cheong rilancia da utg con 99, trovando il call di Matt Affleck con 22 e di Candio da small blind con QQ. Al flop scendono A95 per il set dello sttaunitense e dopo un giro di check si arriva al turn 8, con Candio che punta meno di metà piatto, trovando il raise deciso di Cheong. A questo punto accade il "fattaccio", con l'azzurro che prende in mano le chips e sembra intenzionato a chiamare (con un gesto evidente), salvo chiedere il conteggio e tornare sui suoi passi dichiarando il fold. Una chiara "forward motion" che infatti provoca l'intervento del floorman che costringe un recalcitrante Filippo al call; al river scende poi un 4 e sulla puntata di circa metà piatto da parte di Cheong un seccato Candio decide di chiamare ancora, scoprendosi indietro e lasciandosi andare a concitati gesti di stizza (dichiarando anche un inesistente set al river). Un momento di grande tensione che rischierà davvero di pregiudicare l'avventura di Candio al main event: ma questa è un'altra storia, di cui il sardo deve ancora scrivere il finale.