All'inizio della nuova edizione delle World Serie of Poker manca ancora qualche mese ma già sono molti gli spunti interessanti e curiosi che girano attorno a quello che può essere considerato l'evento più atteso dell'anno, almeno per quanto riguarda il mondo del poker.

L’organizzazione ha deciso di cambiare alcune regole della manifestazione e quelle più importanti riguardano i ritardi e l’igiene personale dei partecipanti. La regola numero 14 infatti prevederà l’eliminazione dei giocatori che si presenteranno al tavolo dopo l’annuncio del terzo livello di bui. Per questi ritardatari ci sarà la possibilità di recuperare il buy-in facendo una richiesta entro il 17 Luglio. Certo è che questa norma, chiamata “regola Phil Hellmuth” (proprio per i famosi ritardi di “poker brat”) ha i suoi punti oscuri infatti c’è chi dice che possa agevolare alcuni giocatori, i quali vedendo con chi sono stati accoppiati al tavolo possono decidere di ritirarsi senza alcuna penalità.

Altra regola introdotta riguarda la pulizia personale dei giocatori, infatti la regola numero 34b definisce la possibilità di eliminazioni di un giocatore che emani odori sgradevoli. La nuova norma prende il nome da Barry Paskin, un giocatore inglese che qualche anno fa si distinse per essersi seduto con una maglia della nazionale inglese, indossata da un giocatore e mai lavata. La puzza insopportabile spinse molti giocatori a chiedere l’allontanamento di Paskin che però si difese dichiarando: “Fatemi leggere la regola secondo cui non posso puzzare e vado via”; beh ora quella regola c’è e quindi nessuno potrà emulare il particolare personaggio proveniente dal Regno Unito.

Mattia Sparagna