Non finisce di stupire Giovanni Safina, l'avvocato palermitano da qualche mese entrato stabilmente a far parte della scuderia di Party Poker, che continua in crescendo la sua avventura al WPT Londra. Infatti, dopo aver chiuso il day 1B tra i migliori, Safina si è portato addirittura al comando della gara al termine del day 2 e può guardare dall'alto in basso campioni blasonati e grinders emergenti.

Va subito detto che ormai nella gara del rinnovato World Poker Tour sono rimasti soltanto in 24 a contendersi una delle 18 posizioni premiate e molti sono stati i grandissimi interporeti che hanno dovuto lasciare a mani vuote la splendida location londinese. A cominciare da Erik Seidel e Phil Ivey, grandi protagonisti nel day 1, continuando con Jeff Lisandro, Tony G, Andrew Robl, Ross Boatman e Freddy Deeb: insomma, tante vittime illustri di una gara fattasi subito combattuta ed incerta.

Ottimo invece il comportamento di altri nomi noti agli appassionati come Praz Bansi, Luke Schwartz e il campione del main event WSOP Huck Seed, che dunque domani si ritroveranno a giocare per questo payout

1 – £273,783
2 – £176,979
3 – £93,316
4 – £56,311
5 – £42,233
6 – £34,189
7 – £26,144
8 – £18,100
9 – £12,871
10-12 – £10,457
13-15 – £9,653
16-18 – £8,848

Nel dettaglio anche il riepilogo del chipcount

Giovanni Safina – 508k
Tonio Roeder – 425k
Talal Shakerchi – 355k
Bruce Atkinson – 345k
Philip Patrick – 334k
Kevin O’Leary – 310k
Joshua Field – 295k
Praz Bansi – 288k