Ancora un aggiornamento dal Rio Casino di Las Vegas, dove è in corso la quarantunesima edizione delle World Series of Poker, la kermesse che mette a confronto i migliori giocatori di poker del mondo. Si è infattio appena concluso l'evento 11, una gara No Limit Hold'em alla quale hanno preso parte ben 2563 giocatori, per un montepremi complessivo di 3,46 milioni di dollari.

Ad imporsi è stato l'australiano Simon Watt, giocatore di buon livello e recentemente primo nella tappa di auckland del circuito APPT: a lui va un cospicuo assegno di ben 614mila dollari ed il tanto ambito braccialetto. Il vero motivo di interesse della gara, però, era legato alla presenza al final table di uno dei giocatori più noti ed apprezzati al mondo, quel Tom "durrrr" Dwan che da anni ormai monopolizza i tavoli cash game high stakes della piattaforma specializzata Full Tilt Poker.

Ebbene, Dwan dopo aver a lungo condotto la gara si è dovuto accontentare di un comunque onorevolissimo secondo posto (oltre che di un premio di 381mila dollari), arrendendosi di fronte ad un avversario che ha mostrato di possedere indubbie qualità tecnichè e acnhe una buona dose di fortuna. Nella mano finale, il push di Dwan con Q6 trova l'instant call di Watt con 99 e nessun aiuto dal board per il trionfo dell'australiano. Simpatici anche i duetti ai bordi del tavolo, con i "colleghi" di durrrr a (il solito Mike Matusow, in particolare) sostenere il rivale del giovane statunitense, nel timore di dover pagare le sostanziose side bets fatte con un "durrrr" estremamente  fiducioso di una sua vittoria nell'evento.

Ecco il payout definitivo (con un discreto ITM per il nostro Filippo Candio), dunque

1 – Simon Watt 614,248
2 – Tom Dwan 381,885
3 – David Randall 270, 299
4 – Austin McCormick 194,939
5 – Jason Young 142,346
6 – Michael Smith 105,185
7 – Marvin Rettenmaier 78,681
8 – Kyle Winter 59,547
9 – Eric Ladny 45,603

Aggiungi un commento!