Continuano le gare della quarantunesima edizione delle World Series of Poker al Rio Hotel and Casino di Las Vegas e da poco si è concluso anche l'evento 12 in programma. Si trattava di un Limit Hold'em da 1,500 dollari di buy in che ha visto la partecipazione di 625 rounders, per un montepremi complessivo di 843mila dollari.

Presenti molti big della scena internazionale, ma oggi i riflettori sono tutti su Matthew Matros, statunitense dall'ottimo palmares (con numerosi cashes sia alle WSOP che in tappe del WPT), capace di compiere una piccola impresa andando a vincere una gara dopo essere partito tra gli short stacks del final table. A farne le spese sia l'indiscusso chipleader della gara fin dalle prime battute, il bravissimo canadese Terrence Chan, poi giunto terzo, sia il runner up, il sorprendente Ahmad Abghardi che chiude al secondo posto dopo aver accarezzato a lungo il sogno della conquista del suo primo braccialetto.

Quarto il forte greco Kapalas, mentre una piccola gioia ai tifosi azzurri la regala Marco Traniello, che chiude ITM al ventiduesimo posto per un risultato che fa ben sperare per il prosieguo di una competizione che finora ci ha regalato ben poche gioie.