L'evento numero 9 della quarantunesima edizione delle World Series of Poker di Las Vegas era riservato agli specialisti del Pot Limit Hold'em, variante interessante e certamente molto tecnica. Infatti, alla gara dal buy in di soli 1,500 dollari, si sono iscritti 650 players, per un montepremi complessivo che ha raggiunto quota 877mila dollari.

Ad imporsi, portandosi a casa il prestigioso braccialetto ed il primo premio di circa 200mila dollari, è stato il britannico James Dempsey, rounder dal buon palmares e spesso protagonista degli eventi del circuito GUKPT, seguitissimo nel Regno Unito. Dopo un torneo condotto con grande attenzione, Dempsey riuscirà ad esprimere il suo miglior poker proprio al final table, ricevendo anche l'aiuto della sorte in alcuni momenti chiave.

In particolare, decisivo sarà il coin flip vinto contro la bravissima JJ Liu (terza alla fine di uno splendido torneo), con l'AK dell'inglese che prevale sulla coppia di 8 dell'avversaria. La mano conclusiva, poi, vede ancora Dempsey in uno scontro pre flop contro Steve Chanthabouasy, per una situazione

D: [Aq][Tp]

C: [Ap][7f]

Board: [6p][5c][4p] [Qc] [4q]

Dunque nessuna sorpresa e titolo all'inglese, per un payout complessivo che mostra

1°. James Dempsey – $197,470
2°. Steve Chanthabouasy – $121,963
3°. JJ Liu – $86,512
4°. Mark Babekov – $62,232
5°. Scott Haraden – $45,393
6°. Armen Kara – $33,573
7°. Joseph Williams – $25,166
8°. Edward Brogdon – $19,120
9°. Gregg Wilkerson – $14,715