Ci è voluto un bel po' più del previsto, ma alla fine anche l'evento 46 delle World Series of Poker 2010 del Rio Hotel and Casino di Las Vegas è andato in archivio. Si trattava di un evento in modalità Pot Limit Omaha Hi – Low Split 8 or Better cui hanno preso parte ben 284 players per un montepremi complessivo di 1,3 milioni di dollari che ha garantito una prima moneta di 327mila dollari.

In un final table di altissimo livello tecnico, con giocatori del calibro di Perry Green (3 braccialetti WSOP), Erik Seidel (che di braccialetti ne vanta addirittura 8), Dave "The Devilfish" Ulliott, ad emergere sono stati altri due ottimi players con buona esperienza in eventi di alto livello del circuito internazionale. Si tratta di Chris Bell e Dan Shak, che hanno dato vita ad un lungo ed emozionante duello conclusivo, con grandi capovolgimenti di fronte; una sfida bellissima che si è risolta solo in una mano dallo sviluppo particolare che ha visto i contendenti andare ai resti al turn. Ecco il dettaglio

Shak [Ac][9c][8p][7p]

Bell [Kp][Tf][9p][8q]

Board [8c][Kf][2c] [Kc] [9f]

Dunque un river quantomai provvidenziale chiudeva la contesa e regalava a Bell il suo primo braccialetto delle WSOP, sancendo il definitivo risultato

1 – Chris Bell $327K
2 – Dan Shak $202K
3 – David Ulliott $150K
4 – Joe Ritzie $113K
5 – Erik Seidel 85K
6 – Leif Force $65K
7 – Rob Hollink $50K
8 – Perry Green $39K

Aggiungi un commento!