Come molti di voi probabilmente ben sapranno, manca un mese esatto all'attesissimo final table del main event delle World Series Of Poker 2010. Si tratta ovviamente dell'appuntamento più importante dell'anno per gli appassionati di poker, con ai nastri di partenza i November Nine, ovvero i nove giocatori ancora in corsa per aggiudicarsi il braccialetto di Campione del Mondo e una prima moneta di poco inferiore ai nove milioni di euro. Tra loro ovviamente anche il nostro Filippo Candio, primo italiano nella storia a raggiungere un simile traguardo, "imitato" poi dal bravissimo Fabrizio Baldassarri, runner up del main event WSOPE 2010.

Ma come hanno trascorso questi ultimi mesi i nove contendenti? Quali altri risultati hanno ottenuto in questi mesi? Proviamo a scoprirlo partendo dai piani alti del chipcount

  • Jonathan Duhamel: il chipleader canadese ha speso gran parte del suo tempo in sessioni di coaching e di studio in generale. In particolare si è dedicato al gioco short handed ed agli heads up, prendendo parte a diversi tornei, fra cui le WSOPE di Londra, ma senza ottenere alcun piazzamento di rilievo, anzi uscendo spesso nelle prime battute di gioco.
  • John Dolan: lo statunitense è uno dei players sembrati più in forma in questi mesi. Infatti, oltre ad un ITM nel main event dell'EPT Londra, si è messo in evidenza anche sulle poker rooms online, conquistando ottimi risultati anche alle WCOOP di Pokerstars. Ora anche per lui riposo e probabilmente WPT Festa al Lago.
  • Joseph Cheong: il terzo in chips del final table si è reso protagonista di una serie di buone prestazioni negli ultimi mesi, compreso un ITM in uno dei side EPT cui ha partecipato. E' stato uno dei più "attivi" nel circuito internazionale, prendendo parte anche ad eventi minori a Las Vegas (Detox Poker Series), probabilmente iin modo da arrivare "rodato" all'appuntamento più importante della sua carriera.