Continua la messa in onda da parte di ESPN delle fasi cruciali del main event delle World Series Of Poker 2010. Un racconto arrivato alle fasi centrali del day 6, quando in gioco sono rimasti poco meno di 100 players e la tensione comincia a crescere nella sala del Rio Hotel and Casino di Las Vegas. Il video che vi proponiamo oggi riporta una lunga serie di giocate, con scoppi clamorosi e spot interessanti, ma risulta particolarmente interessante per gli appassionati italiani. Infatti, all'inizio ed alla fine del filmato vedremo in azione due nostri connazionali, rispettivamente Flavio Ferrari Zumbini e Filippo Candio. In apertura, infatti, è mostrata la fase conclusiva dell'ultima mano giocata da Zumbini al main event, uno scontro "durissimo" con il forte russo Alexander "Postflopaction" Kostritsyn, con l'azione giunta al turn: dopo la puntata del russo (che ha settato al flop), c'è il push dell'azzurro (con gutshot e flush draw) immediatamente chiamato dal rivale. Al river, purtroppo non si materializza uno degli outs disponibili e Zumbini è costretto a lasciare la gara in 95esima posizione (un puntuale commento tecnico della mano è disponibile sul blog del giocatore romano).

La gara prosegue e vi consigliamo di seguire attentamente il tavolo con Theo Jorgensen, Michael Mizrachi e lo stesso Kostritsyn, di gran lunga uno dei momenti di maggior interesse dell'intera rassegna.
In chiusura del video, invece, uno dei momenti più simpatici dell'avventura di Filippo Candio alle WSOP: dopo una serie di raise, si arriva ai resti pre – flop contro Davidian, per un piatto da 5,4 milioni di dollari. Allo showdown Candio mostra AK ed il rivale TT, così in contemporanea con l'azione del dealer, il nostro November Nine comincia a canticchiare un motivetto, per poi alzare la voce mano a mano che scendono le community cards (K62 al flop), fino ad esplodere in un canto liberatorio alla fine di una mano che lo vedrà incamerare un piatto fondamentale per il prosieguo della sua incredibile gara. Una canzone davvero appropriata, non resta che guardare il video per scoprire di quale si tratti.

Aggiungi un commento!