La comunità del poker italiana (ma non solo poker) è in grandissima trepidazione per quello che è l'evento più atteso da ogni pokerista al mondo, il Final Table delle WSOP 2010 a Las vegas, che vede per la prima volta nella storia la presenza di un player italiano: Filippo Candio. Un traguardo davvero incredibile per il 26enne sardo sponsorizzato da Full Tilt Poker che si è già assicurato un guadagno di 811mila dollari, lui che in tre anni di carriera da professionista non è andato oltre la metà di quella somma, forte soprattuttodel Campionato Italiano 2009, a Sanremo per € 140,000.

Filippo è sesto tra i November Nine con 16.400k. Chipleader del tavolo finale Jonathan Duhamel a 65.975k, seguono John Dolan a 46.250k, Joseph a Cheong a 23.525k, John Racener a 19.050k, Matthew Jarvis a 16.700k, Michael Mizrachi a 14.450k, Soi Nguyen a 9.650k e Jason Senti a 7.625 chips. Non è un caso se Duhamel sia colui su cui puntano forte i bookmakers quotandolo a 2,5. Poca fiducia per Candio, le cui quotazioni variano tra 11 e 13 volte la posta. L'obiettivo rimonta non è poi così da escludere, alla luce del fatto che Filippo è riuscito ad arrivare tra i November Nine superando un field di 7.319 iscritti che hanno fruttato un prizepool di $68,799,059 per un primo premio che fa davvero girare la testa: 8,944,310 dollari!

Aggiungi un commento!