"Sento di aver perso le motivazioni per giocare a poker  ad alti livelli, ed ora ho deciso che è giunto il momento di capire cosa voglia fare veramente per il resto della mia vita". A pronunciare queste parole, tuttosommato uno sfogo sincero e magari anche comprensibile,  non è stato un giocatore qualunque, bensì uno dei giovani players più vincenti della storia del poker.

Stiamo parlando del fenomenale player danese Peter Eastgate che in un comunicato apparso su Pokerstars. com (la poker room che lo sponsorizza, tra l'altro) e ripreso da vari siti specializzati, ammette di sentirsi estremamente stanco e demotivato e di volersi prendere una lunga pausa dal mondo del poker. "Quando ho iniziato a giocare a poker per vivere, mi sono sempre detto che quello non sarebbe stato ciò che avrei fatto per resto della mia vita", continua il vincitore del main event delle World Series of Poker 2008, "in futuro quel che sarà, ancora non lo so. Ho deciso di prendermi una pausa dai tornei di poker dal vivo, e cercare di concentrarmi sulla persona di Peter Eastgate. Voglio ringraziare PokerStars, i miei amici e la mia famiglia per il loro sostegno negli ultimi 20 mesi, e per aver capito la mia decisione di prendermi una pausa dal poker”

Insomma, un momento di crisi ed una decisione coraggiosa e degna di grande rispetto, dal momento che non è da tutti rinunciare ad un vita comunque agiata e divertente (che rappresenta il sogno di tantissimi appassionati) per mettersi nuovamente in gioco: anche in questo caso, in attesa magari di rivederlo ai tavoli fra qualche tempo…gl Peter!

Aggiungi un commento!