Come sempre, eccoci giunti al nostro resoconto sull'andamento dei top players nell'evento dell'anno, le World Series of Poker 2010 che, come ormai ben saprete, si stanno giocando in questi giorni al Rio Hotel and Casino di Las Vegas. Dunque, tanti i big presenti nella notte; proviamo a vedere come è andata la loro gara, procedendo rigorosamente in ordine di posizionamento nel chipcount di giornata.

Il primo nome di spicco che vi segnaliamo è quello del francese David Benyamine, pro di Full Tilt Poker e specialista dei cash games, che è riuscito ad accumulare ben 133,600 chips e dunque si presenterà con grandi ambizioni al day 2B di sabato. Bene anche Vanessa Rousso che chiude la gara con 111,050 chips, precedendo di poco Jason Mercier, uno dei top players più deludenti nei side events delle WSOP 2010. Scorrendo il chipcount troviamo i nomi di Frank Kassela (83mila chips per il dominatore di questa edizione), Erich Buchman (78K), J.J. Liu (70K9, Kara Scott (70K), Humberto Brenes (65K), Doyle Brunson (62K il bilancio più che positivo della leggenda vivente del poker), mentre più in basso troviamo altri grandissimi giocatori del calibro di Allen Cunningham (sopra average a 55K), Barry Greenstein (54K e tanta voglia di riscattare WSOP deludenti), con Jennifer Harman, Andy Bloch e Chris Ferguson che si collocano in zona average.

Non irresistibile come al solito la gara di Sua maestà Phil Ivey, che dopo un buon avvio ha subito un paio di brutti colpi e al momento è a poco meno di 30K; mentre in grande difficoltà segnaliamo Evad Khan, Shannon Elizabeth e Tom Marchese. Nel prossimo aggiornamento daremo uno sguardo agli eliminati illustri e alla situazione dei tanti italiani in gioco.