Il final table del main event delle WSOP 2010 che prenderà il via sabato notte con i November Nine sfidarsi per il prestigioso braccialetto e la prima moneta di circa 9 milioni di dollari, vede un chipleader d'eccezione in Jonathan Duhamel, il cui stack ammonta a circa 66 milioni di chips. In effetti il 23enne canadese di Montreal ha messo in mostra enormi qualità nelle fasi preliminari, trovando anche un aiuto nella buona sorte che gli ha consentito di vincere un piatto mostruoso contro Matt Affleck a metà del day 8.

Un colpo fortunato nell'arco di un torneo condotto sempre da grande protagonista, con un gioco sempre aggressivo e capace di mettere pressione agli avversari, soprattutto in zona bolla. In realtà, per sua stessa ammissione Duhamel non ha una grandissima esperienza quanto a tornei live (la sua specialità è senza dubbio il poker cash game) ed in questi mesi ha cercato soprattutto di migliorare il suo approccio "mentale", in modo da trovare il modo migliore per gestire la sua posizione di grande vantaggio. Accorgimenti necessari dal momento che dovrà tenere a bada giocatori di grande livello e soprattutto si troverà a doversi scontrare spesso con Michael "The Grinder" Mizrachi, senza alcun dubbio il giocatore più tecnico e preparato fra i suoi avversari.