Una delle grandi sorprese del final table del main event delle World Series of Poker 2010 è certamente lo statunitense di origine cinese Joseph Cheong. Infatti, il 25enne professionista è il terzo in chips dei November Nine e, dopo una gara sempre nelle primissime posizioni, è riuscito ad accumulare uno stack di 23,525,000 chips.

Oltretutto Cheong ha subito anche una serie di colpi sfortunati, incluso uno "scoppio" clamoroso da parte del nostro Filippo Candio, e se è riuscito ad evitare pericolosi momenti di tilt lo deve probabilmente anche ai suoi studi di psicologia che gli consentono anche di avere sempre il giusto "controllo emozionale" al tavolo. Si tratta di un buon giocatore, aggressivo nelle fasi cruciali della gara e molto solido nelle prime battute, che in carriera si è tolto anche diverse soddisfazioni.

A cominciare dal successo nel side del WSOP Circuit di San Diego (che gli ha fruttato anche il ticket per il main event), continuando con un buon cash nel NAPT Deep Stack Extravaganza del Venetian, per arrivare ai suoi primi cashes alle WSOP 2010 (due volte in eventi Six Handed). Al tavolo occuperà il posto 2, in posizione sullo short Senti ma vicino ai due big stacks del tavolo.

Aggiungi un commento!