Cominciamo il nostro riepilogo dei primi eventi delle prestigiose World Series of Poker che si stanno giocando al Rio Hotel and Casino di Las Vegas, con il raccontarvi dell'importante successo di Michael "The Grinder" Mizrachi nel ricchissimo $50,000 Player's Championship, una delle gare più complesse ed attese dell'intera manifestazione.

Il nostro racconto si era interrotto con il final table, che vedeva protagonisti proprio i due fratelli Mizrachi (il chipleader era il fratello di Michael, Robert), asssieme ad altri nommi notissimi agli appassionati come John Juanda, Daniel Alaei e David Oppenheim. Per la verità, la gara è subito entrata nel vivo, anche perchè il final table si è giocato interamente in modalità No Limit Hold'em e le eliminazioni si sono succedute a ritmo particolarmente serrato.

Proprio The Grinder è il vero mattatore della gara e, dopo aver tolto dai giochi Baker, arriva ad eliminare finanche il fratello in uno scontro pre flop fra il suo JQ ed il AT di Robert. Dopo l'eliminazione di Oppenheim (Juanda aveva chiuso in quarta posizione), si giunge così all'heads up conclusivo che vede protagonista anche il sorprendente russo Schmelev.

La mano decisiva testimonia quanto la fortuna abbia inciso nella vittoria finale di Mizrachi: infatti, pur partendo dietro per l'ennesima volta, trova un turn fortunoso a regalargli uno scoppio che vale il titolo e la prima moneta da 1,56 milioni di dollari. Ecco il payout del final table

1°. Michael Mizrachi 1,559,046 $
2°. Vladimir Schmelev 963,375 $
3°. David Oppenheim 603,348 $
4°. John Juanda 436,865 $
5°. Robert Mizrachi 341,429 $
6°. David Baker 272,275 $
7°. Daniel Alaei 221,105 $
8°. Mikael Thuritz 182,463 $