Partito da poche ore il grande Tournament of Champions, probabilmente il secondo evento in ordine di importanza e prestigio di queste World Series of Poker 2010. Al via, divisi in 3 tavoli da 9, 27 fra i migliori giocatori della scena internazionale, per un torneo davvero esclusivo (con i componenti selezionati nel modo in cui vi abbiamo raccontato nei giorni scorsi) con un montepremi di 1 milione di dollari. Nel dettaglio, ecco la composizione dei tavoli

1. Joe Hachem
2. Doyle Brunson
3. Howard Lederer
4. T.J. Cloutier
5. Bertrand “ElkY” Grospellier
6. Scotty Nguyen
7. Annie Duke
8. Daniel Negreanu
9. Antonio Esfandiari

Tavolo “Amazon Red 372?

1. Huck Seed
2. Phil Ivey
3. Jennifer Harman
4. Joe Cada
5. Erik Seidel
6. Chris Ferguson
7. John Juanda
8. Johnny Chan
9. Andrew Barton

Tavolo “Amazon Red 341?

1. Mike Matusow
2. Allen Cunningham
3. Mike Sexton
4. Phil Hellmuth
5. Dan Harrington

6. Barry Greenstein

7. Barry Shulman
8. Sam Farha
9. Greg Raymer

Un field impressionante dunque, per una gara di altissimo contenuto tecnico che sta già riservando grandissime sorprese nelle prime battute. Nel momento in cui scriviamo, infatti, ad essere stati già eliminati dalla competizione sono alcuni dei grandi favoriti della vigilia, come l'indonesiano John Juanda, grande protagonista nelle prime settimane delle WSOP 2010 e già presente in diversi final table. Out anche Greg Raymer e Sam Farha, ma soprattutto fuori il grande Phil Ivey (recentemente trionfatore con l'ottavo braccialetto in carriera): ad eliminarlo un Chris Ferguson particolarmente fortunato che con QQ riesce a scoppiare i KK del fenomenale rounder californiano. Al momento in testa al chipcount c'è Erik Seidel, tallonato dal leggendario Johnny Chan, mentre Doyle Brunson è in grande difficoltà.

Aggiungi un commento!