Le WSOP 2010 hanno visto disputarsi un totale di 57 eventi, con un totale di 55 tornei aperti a tutti –  il $500 Casino Employees e il $1,000 Ladies’ Event erano limitati, anche se poi per il torneo femminile, come abbiamo visto, le cose sono andate diversamente – e l'affluenza e i montepremi hanno entrambi fatto segnare numeri da record. In totale, 71.192 giocatori hanno gareggiato nei 55 eventi aperti per  un montepremi totale di $ 185.879.205. Il Main Event da solo ha visto iscriversi 7.319 partecipanti con un prizepool totale di 68.798,600 dollari, mentre il secondo torneo più grande in termini di montepremi è stato l' Evento #2 , il $50.000 Poker Players Championship (5.568.000 dollari).

Insomma, numeri che fanno davvero impallidire. Basti pensare che l'unico evento sportivo che può essere in qualche modo accostato alle World Series Of Poker sono … i Mondiali di Calcio, anche se in questo caso si parla di un fondo comune pari a circa 420,000,000 dollari.

A parte i numeri, sicuramente questa 41esima edizione delle WSOP sarà ricordata per alcuni momenti che rimarranno indubbiamente alla storia.

– Gli inarrestabili fratelli Mizrachi

Michael "The Grinder" Mizrachi ,prima del Players Championship , aveva fatto parlare di sè su i diversi forum a tema per motivi extrapokeristici. I suoi problemi a sei zeri col fisco, avevano fatto temere per il prosieguo della carriera di The Grinder, ma poi è arrivato l'evento che ha ristabilito (ma forse è un termine riduttivo) le sue finanze.

Ma non dimentichiamoci di Robert Mizrachi. I fratelli Mizrachi hanno accumulato 2.127.093 dollari in guadagni alle WSOP, tra cui 9 ITM (cinque per Robert, quattro per Michael), di cui sei sono stati tavoli finali (tre a testa), più il prestigioso braccialetto nel difficilissimo $50,000 8-game rotation Players' Championship.

– L'ottavo braccialetto di Phil Ivey

Nessuno può negare quanto sia incredibile il talento di questo giocatore che si è assicurato il suo ottavo braccialetto WSOP in carriera nell'evento $ 3,000 HORSE per $329.840 (e probabilmente diversi milioni in prop bet relative al suo successo). Chissà se Phil Hellmuth inizia ad essere preoccupato … fatto sta che non pochi ammettono la possibilità che il Tiger Woods del Poker possa arrivare ad 11 braccialetti nel corso della prossima edizione delle WSOP.

– La folle scommessa su Tom "durrrr" Dwan

13 milioni di dollari. E' il valore del braccialetto dell'evento $1,500 No Limit Hold’em, qualora questo fosse andato nelle mani di Tom "durrrr" Dwan. Naturalmente i vari Mike Matusow, Andy Black, Eli Elezra e i vari altri folli che avevano scommesso contro Dwan hanno cominciato a preoccuparsi quando il 24enne americano è giunta al final table da chipleader. E le cose si sono fatte incredibilmente serie quando ha iniziato a giocare l'heads-up finale contro Simon Watt, ma per loro fortuna The Mouth & c. hanno potuto gioire delle vittoria del neozelandese all'evento #11.

– L'anno del Regno Unito.

A parte i 32 braccialetti americani, la parte del leone a queste WSOP 2010 l'ha fatto la Gran Bretagna. Cinque sono stati i braccialetti vinti dai players dell'UK, nello specifico: Steve Jelinek e Praz Bansi, James Dempsey, Richard Ashby, e Mike Ellis. Complessivamente più di $ 4,1 milioni.

– Franck Kassela, Player of The Year 2010!

Non è certo una sorpresa se il titolo di Giocatore Dell'Anno 2010 sia andato a Frank Kassela. Il 42enne di Chicago è stato l'unico ad aver vinto due braccialetti WSOP (rispettivamente nell’evento  #15 $ 4,900 Pot Limit Omaha e nell’evento # 40 $ 10,000 Seven Card Stud Hi/Lo 8 Championships ) , oltre cinque ITM per un totale di 1,2 milioni di dollari. In un mese più di quanto abbia mai guadagnato in tutta la sua vita.

Biagio Chiariello

Aggiungi un commento!