Dopo un'attesa di oltre quattro mesi, ieri sera Las Vegas ha catalizzato di nuovo l'attenzione dell'universo pokeristico internazionale con il Final Table delle World Series Of Poker 2011. E sebbene tra i November Nine non siano mancati gli italiani – come invece era stato per la scorsa edizione con la fantastica impresa di Filippo Candio – le WSOP non hanno deluso. A giocare la partita di poker più importante della loro vita, nella cornice del Penn and Teller Theater, erano (tra parentesi il numero di chips al via): Matt Giannetti (24.750.000), Badih Bounahra (19.700.000), Eoghan O'Dea (33.925.000), Phil Collins (23.875.000), Anton Makiievskyi (13.825.000), Samuel Holden (12.375.000), Pius Heinz (16.425.000), Ben Lamb (20.875.000). Spicca sicuramente l'internazionalità: cinque diversi europei, tre americani ed un giocatore del Belize.

Ci sono volute quasi 11 ore di gioco per avere i nomi dei tre finalisti:  Pius Heinz, Ben Lamb e Martin Staszko stanotte (alle 02,30 circa in Italia) saranno di nuovo a lottare per il braccialetto più ambito da ogni giocatore, il titolo di campione del mondo e qualcosa come 8 milioni e 715.638 dollari.

Le 6 eliminazioni:

Primo ad abbandonare il tavolo, con 782.115$, è il britannico Sam Holden, ultimo nel chipcount, che dopo circa tre ore prova a pushare con A-J, ma si trova dominato dall'AK di Ben Lamb. Fuori in ottava posizione l'ucraino Anton Makiievskyi che va all in preflop con K-Q ed è chiamato da con da Heinz con 99. Un K al flop sembra dare ragione al pokerista dell'est Europa, ma un 9 al turn sancisce la sua eliminazione con oltre un milione di dollari in tasca. Non sarà un giocatore del Belize a vincere le WSOP: Bob Bounahra è il settimo classificato dei November Nine 2011 per 1.314.097$, quando, cortissimo, prova a mandare i resti con A-5 contro l'A-9 Staszko. Nessuna sorpresa al flop per Bounahra. Il player della Repubblica Ceca elimina anche Eoghan O'Dea dall'Irlanda ($1,720,831), che prova il tutto per tutto con Q-6, ma nulla può contro la coppia di 8 di Staszko. Fuori in quinta posizione lo statunitense Phil Collins quando dal big blind decide di andare all in su un raise di Heinz da utg: A-7 per il primo contro 9-9 del tedesco, il flop 6 5 4 riaccende le speranza a Collins ma turn 9 e river 7 lo estromettono dal torneo. Uomo bolla di giornata è Matt Giannetti, uno dei favoriti per la vittoria finale, eliminato dal connazionale Ben Lamb, che riesce addirittura a floppare un poker di K!

Ma il grande favorito per la corona di campione del mondo WSOP 2011 è Pius Heinz. Il professionista tedesco, entrato da qualche giorno nel Team Pro di PokerStars, guarda tutti dall'alto alla luce delle sue 107.800.000 chips. Secondo Lamb a 55.400.000, terzo il ceco Staszko a 42.700.000.

Aggiungi un commento!