Germania, Repubblica Ceca e Stati Uniti. Da una di queste tre nazioni arriverà il prossimo campione del mondo.  Ben 11 ore ci sono volute per decidere i tre finalisti dell'evento pokeristico più importante dell'anno. Il Final Table WSOP 2011 si era aperto con nove giocatori pronti a darsi battaglia per il braccialetto a cui anela ogni giocatore di poker al mondo. Ma a giochi fatti il sogno è ancora possibile solo per Pius Heinz, Ben Lamp e Martin Staszko.

Martin Staszko, 35 anni, forse non è un pro player, ma la sua a determinazione gli ha permesso di giungere al tavolo finale da chipleader. Ha vinto un piatto di oltre 4 milioni di chips contro Lars Bonding durante il Day 7, che gli ha praticamente assicurato un posto tra i November Nine. A parte alcune partecipazioni nel circuito EPT, queste WSOP 2011 sono il primo vero approccio alla carriera professionale per il pokerista ceco. Quattro i piazzamenti durante l'edizione in corso, per un guadagno di poco più di 20mila dollari. Staszko riconosce che queste World Series Of Poker sono state l'occasione per imparare a giocare nei tornei dal vivo: «Gioco soprattutto su Internet, ho partecipato a quattro eventi EPT ed alcuni altri tornei minori Non ho altra esperienza nei tornei live. Sono a Las Vegas dal 2 giugno, e ho partecipato a 15 tornei in un mese: è più di quanto io abbia mai giocato in tutta la mia vita».

Ben-Lamb

Ben Lamb, 26 anni, è riuscito a compiere una vera e propria impresa durante questo 2011. Dopo un secondo posto nel $3.000 Pot-Limit Omaha del mese di giugno, il player americano ha vinto il suo primo braccialetto d'oro nel $10.000 Pot-Limit Omaha Championships per $ 814,436. Trionfo che gli ha permesso di superare un certo Jason Mercier nella all-time money list dei giocatori più vincenti nei tornei Omaha alle WSOP. Come se non bastasse è giunto 8° al $50.000 Poker Players Championship e 12esimo all'evento $ 10,000 No-Limit Hold'em Six-Handed. In totale, i suoi guadagni alle WSOP 2011 ammontano a $1,3 milioni, ma da stanotte la cifra crescerà in maniera smisurata.

Pius Heinz

Pius Heinz, 22 anni, non siamo così sicuri che il giovane player di Euskirchen continui nella sua carriera di studente universitario dopo questa notte.  Heinz è il primo giocatore tedesco a raggiungere un Final Table di un Main Event WSOP. Raggiungere il podio di questo utopico evento è stata una vera e propria opera d'arte, essendo partito settimo in chips tra i November Nine: ora è il meno quotato dai bookmakers, a fronte delle sue 107,8k chips. Un patrimonio che lo fa partire in netto vantaggio rispetto ai due avversari. PokerStars ci ha visto giusto e lo ha messo sotto contratto.
C'è da dire che forse Heinz non si sarebbe mai iscritto a questo Main Event, se non fosse riuscito a giungere al tavolo finale dell'evento #48 1.500 No-Limit Hold'em, che gli ha fruttato $83.286. Una cifra assolutamente irrisoria in confronto a quella che potrebbe vincere tra poche ore.

  • Pius Heinz (Germania) 107,800,00
  • Ben Lamb (Usa) 55,400,000
  • Martin Staszko  (R. Ceca) 42,700,000
Aggiungi un commento!