Da poche ore è terminato il Day 2A del Main Event WSOP 2011. La notizia è che tra gli 813 pokeristi che accedono al Day 3 non c'è Filippo Candio. Il pro player sardo che ci aveva fatto sognare lo scorso novembre in occasione del Final Table più importante dell'anno (chiuso poi al quarto posto) è out. Ma andiamo in ordine.

I partecipanti a questo No-Limit Hold'em Championship da $10.000 di buy in sono stati 6.865, (7.319 l'anno scorso) i qualificati al Day2 4,521. Gli italiani iscritti erano 105, mentre i qualificati al Day 2 (divisi in due giorni) 64. Tra questi spiccava sicuramente il nome di Candio che ripartiva con 71,150 chips a fronte di un average di 54k .

Comincia male l'italiano, che però riesce subito a risalire grazie ad una scala, centrata con 4-5, su un board 7-3-5-K-6, con l'avversario che mostra due assi. Qualche mano dopo arriva addirittura il poker: su un flop J-5-9, l'opponent di Candio va all in (24k) con J-10. Instant call di Pippo che gira 9-9. Il turn è un 7. Ma il tris diventa, dunque, poker col river (9). Ma da qui il cammino del sardo sarà sempre più in salita, fino all'uscita di scena, quando manda i resti (3,4k) con K-4 vs. A-Q di Carl Pipitone che trova un asso nel board.

Ecco il primo commento (sulla bacheca Facebook) di Filippo Candio dopo l'eliminazione

Il fatto è questo : L'anno scorso avevo chiuso il day2 a 200k .. quest'anno mi sono giocato un piatto da 300 k circa in flip e l'ho perso. Il secondo fatto è quest'altro: Quest'anno i tavoli erano piu' difficili dell'anno scorso ed ho cmq raggiunto lo stack di quasi 150k al day 2 … Il terzo fatto invece dice una regola importante che mai bisogna scordarsi: è e rimarra per sempre un gioco e non bisogna prendersela mai ma cercare di divertirsi e dal mio conto mi sono divertito.

Un saluto a tutti Fili … Ci saranno altre occasioni.. Non c'è sconfitta nel cuore di chi lotta!

Per la cronaca nella lista dei player out del Day 2A troviamo anche il campione in carica del Main Event WSOP 201, Jonathan Duhamel. Per quanto riguarda i colori azzurri le speranze sono riposte in un numero piuttosto esiguo di giocatori. Tra tutti spicca indubbiamente Massimiliano Martinez, che ha concluso la giornata al sesto posto del chipcount con 355,000 chips.