Con le World Series of Poker 2010 ormai alle porte, nella nostra carrellata ci avviciniamo ai giorni nostri, proponendovi un breve riassunto degli anni 1985 – 1987, con tantissimi gocatori che sono entrati nella storia del poker.

1985

Ben 140 iscritti e dunque 1,4 milioni di dollari di montepremi, con il titolo che va a Bill Smith che all'heads up batte un giocatore del calibro di T.J. Cloutier, incassando la bella somma di 700mila dollari. Nei side events primo trionfo per il leggendario Johnny Chan ed un'altra affermazione per Amarillo "Slim" Preston nel Pot Limit Omaha.

1986

In questa edizione, che si svolge sempre al Binions Horseshoe di Las Vegas, cambia la struttura dei pagamenti ed infatti, pur con 141 iscritti, la prima moneta è di "soli" 570mila dollari. Ad imporsi è un altro dei grandi interpreti del poker, lo statunitense Berry Johnstone, pro di Full Tilt Poker ed iniserito nella Hall of Fame. Nei side events segnaliamo anche il successo di Tom McEvoy nel Razz e quello di Baxter nel Pot Limit Omaha.

1987

Il main event della diciottesima edizione vede ben 152 iscritti, ma soprattutto un final table di altissimo livello, con giocatori del calibro di Dan Harrington, Howard Lederer e Johnny Chan. A portarsi a casa il titolo ed i 625mila dollari del primo premio sarà proprio quest'ultimo, con un successo che lo consacrerà tra i più grandi di sempre. Nei side ancora successi per Cloutier, Baxter e Morton.

Aggiungi un commento!