Mentre scriviamo, al Rio Hotel and Casino di Las Vegas si stanno ultimando gli ultimi preparativi per la partenza della quarantaduesima edizione delle prestigiose World Series of Poker, senza alcun dubbio l'evento centrale dell'anno per gli appassionati ed i giocatori di poker. Continua quindi il nostro ricordo dei momenti salienti della competizione con il triennio 1994 – 1996.

1994:

La folla delle grandi occasioni prende d'assalto il Binions Horseshoe e la manifestazione raggiunge cifre mai sfiorate prima. Ad imporsi è il talentuoso Russ Hamilton, grande giocatore di blackjack ed ultimamente implicato in un grave scandalo di cheating con la poker room Ultimate Bet. Nell'heads up conclusivo batte nettamente Hugh Vincent (588mila dollari per lui) ed incassa il premio di 1 milione di dollari. Nei side ancora trionfi per Johnny Chan ed Erik Seidel.

1995

Il final table del 1995 è in qualche modo entrato nella storia delle WSOP. Infatti il vincitore è Dan Harrington (nella foto) che incassa 1 milione di dollari dopo aver cercato in tutti i modi di convincere i suoi compagni a dividere il premio, suggerendo anche alcuni investimenti fruttuosi: dopo il rifiuto di quasi tutti i players, "Action" riuscirà a batterli tutti, dopo un lungo ed avvincente heads up con il canadese Goldfarb.

1996

La manifestazione sfiora i 300 iscritti e vede la vittoria di uno dei giovani emergenti, Huck Seed (che spesso vedremo poi impegnato ai tavoli di poker cash game), che batte Bruce Van Horn e John Bonetti. la sorpresa viene dal side event Pot Limit Hold'em da 2500 dollari, con la prima vittoria di una donna in un evento centrale, la bravissima Barbara Enright (che è anche l'unica donna mai arrivata in un final table di un main event).

Aggiungi un commento!