Nel precedente articolo riguardante la storia delle World Series of Poker vi avevamo parlato del cosiddetto effetto Moneymaker, ovvero dell'incredibile espansione del poker a livello mondiale seguita alla vittoria del main event delle WSOP da parte dello sconosciuto Chris Moneymaker.

Ebbene, per avere un'idea immediata delle proporzioni di una tale "svolta", basta considerare i numeri della successiva edizione dell'evento di Las Vegas. Infatti per il main event si passerà dagli 863 del 2003 all'incredibile cifra di 2576 players iscritti, per un montepremi complessivo che raggiungerà l'enorme quota di 24,2 milioni di dollari. Un field incredibilmente esteso ed estremamente selettivo, che vedrà emergere uno dei grandi personaggi del poker moderno, l'eclettico e simpaticissimo Greg "Fossilman" Raymer. In un final table che vedeva ancora una volta in gara il grande Dan "Action" Harrington e giovani promesse come Josh Arieh e David williams (rispettivamente al quarto, terzo e secondo posto), Raymer riuscirà a far valere la forza di uno stack accumulato nei giorni precedenti e si porterà a casa la cifra record di 5 milioni di dollari. ecco il payout dell'evento

1st Greg Raymer       $5,000,000
2nd David Williams       $3,500,000
3rd Josh Arieh               $2,500,000
4th Dan Harrington       $1,500,000
5th Glenn Hughes       $1,100,000
6th Al Krux               $800,000
7th Matt Dean               $675,000
8th Mattias Andersson       $575,000
9th Michael McClain       $470,000

Grande lotta anche nei side events, con le vittorie di grandi nomi come Daniel Negreanu, Barry Greenstein, Ted Forrest e TJ Cloutier.

Aggiungi un commento!