L'anno successivo alla clamorosa vittoria da 12 milioni di dollari di Jamie Gold vede un leggero arretramento del numero degli iscritti al main event delle World Series of Poker. Infatti, al Rio Casino di Las Vegas sono 6358 gli iscritti, per un montepremi complessivo di poco inferiore ai 60 milioni di dollari ed una prima moneta che viene fissata in 8,25 milioni di dollari.

A contendersi il ricco premio, in uno dei final table più incerti e singolari di sempre, tanti nomi noti agli appassionati di poker, come Hevad Khan, Alexander Kravchenko e Lee Childs. Dopo una serie di incredibili scontri e clamorosi errori anche da parte di giocatori di grande talento, ad emergere saranno i conservativi Kravchenko, Tuan Lam e Raymond Rahme (quest'ultimo giocherà pochissime mani al final table) ed il sorprendente psicologo californiano Jerry Yang, giocatore estremamente loose e del tutto a digiuno di esperienza internazionale.

Sarà però proprio lui ad eliminare uno alla volta i suoi avversari, con uno spettacolare call contro Rahme e con tanta fortuna nei momenti decisivi della gara: alla fine, in un bel duello con il canadese Lam si porterà a casa titolo e premio finale. Ecco il payout

1 – Jerry Yang 8,25M
2 – Tuan Lam 4,8M
3 – Raymond Rahme 3M
4 – Alexander Kravchenko 1,9M
5 – Jonathan Kalmar 1,25M
6 – Hevad Khan 978K
7 – Lee Childs 705K
8 – Lee Watkinson 585K
9 – Phillip Hilm 525K

Nei numerosi ed affollati side events, vittorie per Cunningham, Hellmuth, Mizrachi, Lisandro, Seidel e Corkins.

Aggiungi un commento!