Nella giornata di ieri, oltre all'assegnazione del primo braccialetto nel No Limit Hold'em Six Handed, le World Series of Poker Europe 2010 vedevano anche la partenza del secondo dei cinque eventi in programma. Stiamo parlando del £5,250 Pot Limit Omaha, gara alla quale hanno preo parte tutti i big presenti al Casino at the Empire, da Phil Ivey a Phil Hellmuth, Barry Greenstein, Sorel Mizzi, Erik Seidel, Jeff Lisandro, Hoyt Korkins, fino ad arrivare al vincitore del primo evento, lo statunitense Phil Laak.

A difendere i colori azzurri due players di altissimo livello, Alfonso Amendola (reduce da una proficua partecipazione alle WSOP 2010) e Dario Alioto, capace di portarsi a casa il titolo nell'edizone 2007 delle WSOPE. Purtroppo però, il capitano del Team Sisal Poker non è riuscito a ripetersi e, dopo un buon inizio, è stato eliminato sul finiredella giornata (tra l'altro dopo un river particolarmente sfortunato). Molto bene invece Amendola che è riuscito a chiudere a circa 40mila chips e oggi tornerà a sedersi cercando di ottenere un prestigioso accesso al final table della competizione. Una gara guidata al momento dall'ottimo Sam Stein, ma con giocatori del calibro di Jeff Madsen, Scott Fischman e Frank Kassela nelle prime posizioni del chipcount. Nel dettaglio

  1. Samuel Stein 112600
  2. Karl Mahrenholz 91000
  3. Jeff Madsen 81300
  4. Scott Fischman 71200
  5. Michel Abecassis 62300
  6. Joe Serock 60000
  7. Barry Greenstein 56500
  8. Oskar Lind 56000
  9. Chris Bjorin 54000